BLOCCHETTO:

e' una parte metallica che viene fissata nel fusto dei tamburi e serve, attraverso delle apposite viti, per tendere le pelli della batteria

BPM:

battiti per minuto (bpm) sono l'unità di misura di frequenza, utilizzata principalmente per l'indicazione metronomica in musica.
A volte viene utilizzata erroneamente l'espressione battute per minuto, ma questa è sbagliata in quanto il termine battuta indica la serie metrica compresa tra le stanghette del rigo musicale (misura) e non un singolo battito.

In musica l'indicazione bpm è un sinonimo di derivazione anglosassone dell'indicazione MM, acronimo di Metronomo Mälzel. Ad esempio 60 bpm indica una frequenza di 60 battiti o pulsazioni al minuto, ovvero uno al secondo, ed è quindi equivalente a 1 Hz.

In musica classica tradizionalmente si utilizzano indicazioni di andamento come allegro o lento che comunque hanno un corrispettivo indicativo metronomico e solo raramente si utilizza l'indicazione a tempo seguito dai bpm (o più correttamente MM).

Nella musica contemporanea è molto più frequente trovare l'indicazione dei bpm.

I bpm divennero molto importanti nel periodo della disco music perché era fondamentale per i DJ poter mixare i brani con un tempo compatibile; rimangono quindi molto utili nella musica da discoteca, club o rave più recente come la musica house o la musica techno.

BREAKBEAT:

Breakbeat è un ampio stile di musica elettronica o la danza-oriented che utilizza pause , spesso campionati dalle registrazioni precedenti a funk , jazz e R & B , per il ritmo principale. Breakbeat sono stati utilizzati in stili come hip hop , jungle , drum and bass , Hardcore , garage UK (compresi 2-step , breakstep e dubstep ), e anche pop e roccia .La più probabile origine della parola "breakbeat" è il fatto che i loop di batteria che sono stati campionati si sono verificati nel corso di una " pausa " nella musica, come nella pausa Amen , che è un assolo di batteria da " Amen, fratello " di The Winston . Tuttavia, è un pensiero comune che il nome deriva dal battito essere "rotto" e imprevedibile rispetto ad altri stili percussivi, cosa che si riflette anche nel nome del relativo genere broken beat . Se questo era parte del significato originario della parola o è puramente un'etimologia popolare rimane poco chiaro, ma è sicuro di dire che il termine si è evoluto fino a comprendere entrambi i sentimenti.

BUZZ ROLL:

più colpi ravvicinati ottenuti mediante una leggera pressione della bacchetta sulla pelle. Molto utilizzati nei groove funk o nello stile “second-line drumming”. Possono essere suonati a differenti dinamiche per ottenere sfumature specifiche di suono

BUZZ ROLL

B20:

Sigla utilizzata per indicare i piatti in bronzo costruiti con il 20% di Stagno e l'80% di rame.

B20 20% STAGNO 80% RAME

BLAST BEAT:

e' una tecnica che e' particolarmente usata nel Metal estremo, prevede l'alternanza tra la cassa e il rullante e anche altri elementi del set con tempi metronomici sosteuti.

BLAST BEAT

BORDATURA:

Parte teminale del fusto dove appoggia la pelle. Diverse angolature permettono di variare attacco, sostegno e timbrica.

BORDATURA