La Guida Definitiva al Trattamento Acustico per l’Home Studio

Uno dei principali punti critici che deve evitare chi allestisce uno studio per l’home recording è quello…

Di sottostimare grossolanamente l’importanza dell’acustica della stanza…

E credere che solo perché si possiede un buon microfono a condensatore e delle costose monitor da studio… sia poi automatico ottenere un buon sound.

La verità in realtà è che… l’acustica della stanza influisce sulla qualità del suono…

Più di qualsiasi altra cosa nel vostro studio… qualsiasi.

Perciò piuttosto di affrontare mesi di frustrazione  provando a capire cosa c’è che non va…potreste affrontare tutto ciò con la lettura di questo articolo.

Ed è per questo motivo che nel post di oggi vi guiderò passo dopo passo attraverso l’intero procedimento di realizzazione di un efficace trattamento acustico per il vostro home studio.

Pronti? Iniziamo…

Acustica: nozioni base

Prima di iniziare con un trattamento acustico, è buona cosa avere una conoscenza di base sull’acustica più in generale.

La buona notizia è che… non c’è bisogno di una laurea in ingegneria acustica per gestire uno studio di registrazione.

Tutto ciò che serve sono alcuni SEMPLICI CONCETTI. Iniziamo con…

1. Come il Suono si Propaga in una Stanza

Ogni volta che viene prodotto un suono in una stanza, succede esattamente questo:

  1. Partendo dalla sorgente, le onde sonore si proiettano verso l’esterno in tutte le direzioni.
  2. Una piccola parte (conosciuta come suono diretto) viaggia in linea retta verso il microfono.
  3. Il resto (conosciuto come suono riflesso) rimbalza casualmente tra le superfici della stanza.
  4. Dopo alcuni istanti, alcuni di questi riflessi probabilmente rientreranno nel microfono.

Ora…

Dato che il suono diretto non interagisce con la stanza, il bilanciamento delle sue frequenze rimane puro e il suo tono inalterato.

Con il suono riflesso, ogni nuovo riflesso può potenzialmente MODIFICARE il suono originale.

A seconda delle dimensioni della stanza, e delle superfici riflettenti al suo interno…

Il cambiamento del suono potrebbe essere GRANDE o PICCOLO… BUONO oppure NO.

Nella maggior parte delle stanze, non si tratta di un buon cambiamento. Ecco perché:

2. Perché la maggior parte degli ambienti ha un’acustica povera

Avete mai visitato una grande cattedrale come quella nella foto di fianco?

Se la risposta è sì… avete fatto caso a come qualunque suono al suo interno sia assolutamente incredibile?

Questo è dovuto al fatto che non è stata progettata solamente per essere esteticamente gradevole…

Ma anche per SUONARE in modo altrettanto piacevole.

Il problema è che… un ambiente dalla resa acustica ottimale richiede MOLTO spazio e MOLTI soldi per essere costruito.

Visto che nessuno di noi probabilmente è nelle condizioni di fare una cosa del genere… ecco come crearlo in maniera “fittizia”:

3. Come Ricreare il suono da Grandi Ambienti

Negli anni ’60…

Qualcuno inventò quella meravigliosa macchina conosciuta con il nome di Camera Eco.

Questo strumento permise agli ingegneri di simulare il riverbero di una stanza TERZA rispetto a quella dove si sta registrando.

Nel corso degli anni la tecnologia è diventata più sofisticata, e oggi…

I Software di riverbero digitale possono simulare il suono di qualsiasi ambiente acustico immaginabile.

L’unico problema è che… per aggiungere un riverbero fittizio, bisogna prima eliminare quello VERO.

Ecco come si fa:

4. Come Eliminare il Riverbero di una Stanza

 

Avete mai notato quei pannelli in schiuma sui muri degli studi di registrazione?

Il loro scopo non è estetico…

Ma più TECNICO: hanno il compito di assorbire i riflessi sonori.

Di norma, questi riflessi finirebbero ripresi dai microfoni…

Ma con l’assorbimento acustico, tutto ciò che rimane è il suono diretto dalla sorgente verso il microfono… che poi è esattamente ciò che stiamo cercando.

Questo è come funziona “in teoria”…

Ma in pratica, molte persone trovano che l’assorbimento lavori meglio in combinazione con un altro trattamento acustico, conosciuto come diffusione.

Ecco come funziona:

5. Come la Diffusione Migliora il Suono

 

Quando si eliminano TUTTI i riflessi sonori con  l’assorbimento…

Molte persone trova che l’ambiente così trattato suoni sgradevolmente “spento”.

La soluzione è… permettere a qualche riflesso di sopravvivere, per poi diffonderlo tramite i diffusori.

Di solito i riflessi non trattati creano problemi in quanto  finiscono intrappolati in un punto, amplificando alcune frequenze e cancellandone altre.

E così il naturale bilanciamento delle frequenze viene distrutto.

I diffusori lavorano “spargendo” i riflessi in modo che non finiscano intrappolati,  preservando così il tono naturale.

Con la giusta combinazione tra assorbimento e diffusione, potete trasformare l’acustica di praticamente qualsiasi stanza… in qualcosa di valido per ottenere registrazioni di classe mondiale.

Ora che vi sono chiari i fondamenti dell’acustica… il PROSSIMO step è applicare questi principi nella vostra stanza, con la realizzazione dei trattamenti acustici.

Ma prima di farlo, chiariamo un errore comune fatto spesso dai principianti…

Isolamento Acustico vs. Trattamento Acustico

 

Accade spesso che i musicisti usino questi due termini come sinonimi, confondendo l’UNO con l’ALTRO…

Quando in realtà sono completamente diversi.

L’Isolamento Acustico è volto a minimizzare il livello di suono che entra/esce dalla stanza attraverso:

  • l’interruzione fisica del suono con materiali da costruzione densi e pesanti.
  • il sigillo delle fessure e spifferi nelle porte e finestre.

Il vantaggio è che… potrete registrare ogni volta che vorrete, senza preoccuparvi dei vostri vicini. E loro di voi.

Il Trattamento Acustico dall’altra parte ha come obbiettivo SOLO quello di controllare i riflessi sonori all’INTERNO della stanza, per migliorare la qualità delle registrazioni.

ENTRAMBI sono utili, ma NESSUNO dei due fa il lavoro dell’altro.

E mentre l’isolamento acustico può certamente essere incorporato come parte del vostro piano di trattamento acustico, Non si tratta tecnicamente di un trattamento acustico in sé.

In alternativa, continuate la lettura qui…

 

Valutazione della Stanza Vuota

Troppo spesso, quando i novizi sentono parlare dei supposti benefici del trattamento acustico…

Partono immediatamente a comprare roba, senza prima diagnosticare e valutare le dimensioni e l’estensione del loro problema.

Quindi… per capire quanto sia messa male o meno l’acustica della vostra stanza, ecco cosa dovete fare:

Camminare per la stanza, battendo le mani più forte possibile da un qualsiasi punto, e ascoltare attentamente i riverberi.

  1. Nel caso PEGGIORE – sentirete uno sgradevole suono squillante metallico, come accade tipicamente in piccole stanze cubiche.
  2. Nello caso MIGLIORE – sentirete un piacevole riverbero, tipico delle stanze più grandi, con alti soffitti e molte superfici diffusive complesse.

Ma più probabilmente sentirete un suono che sarà una via di mezzo tra questi due scenari. Ora…

  • Più vicino sarà al n°1, maggiore sarà la necessità di un trattamento di assorbimento per rendere il suono della stanza quanto più secco possibile.
  • Più vicino sarà al n°2, minore sarà la necessità di un trattamento acustico in generale, anche se praticamente qualsiasi stanza ne otterrebbe comunque un certo beneficio.

Se avete bisogno di punti di riferimento per ascoltare la differenza tra un’acustica buona e una cattiva, svolgete il test del battito di mani in un’ampia varietà di stanza diverse, e prendete nota di quali tendono suonare meglio.

In seguito, quando inizierete a installare il trattamento acustico nella stanza ripetete costantemente il test durante tutto il procedimento, per notare i cambiamenti del suono.

Con ogni nuova aggiunta, quell’orribile squillo metallico dovrebbe diventare sempre meno evidente, fino a scomparire completamente.

Proseguiamo con…

I 3 Elementi del Trattamento Acustico

Per far suonare bene la vostra stanza tramite trattamento acustico, avrete bisogno della combinazione di 3 oggetti:

  1. Bass Trap – per l’assorbimento delle basse frequenze
  2. Pannelli Acustici – per assorbire le frequenze medio/alte
  3. Diffusori – per disperdere le frequenze rimanenti

Ora andiamo a scoprire di più su ognuna di essi…

1. Bass Trap

Il primo e più importante elemento per il trattamento acustico da inserire nella vostra stanza sono le bass trap.

Se potete permettervi di aggiungere solo uno dei tre elementi sopra indicati, prendete questi.

Ecco perché:

Anche se comunemente ritenute strumenti specializzati nell’assorbimento delle basse frequenze…

Le porose bass trap sono in realtà degli assorbenti a tutto spettro, in grado di assorbire anche le frequenze medio/alte.

Per questo motivo… le sole bass trap possono bastare alcune volte.

In particolare, nei piccoli home studio, dove le frequenze basse possono essere particolarmente problematiche, le bass trap sono un MUST-HAVE.

Per scoprire quali consiglio, e avere dettagliate istruzioni su come posizionarle, date un’occhiata a questo post:

2. Pannelli Acustici

Mentre molte persone pensano che i pannelli acustici siano le prime armi da avere per combattere il problema dell’acustica in uno studio…

La verità è che sono quasi completamente inefficaci nell’assorbire le frequenze più basse…

E dovrebbero quindi essere usati come strumento supplementare… DOPO aver installato le bass trap.

Ma ecco cosa le distingue dalle bass trap:

In quanto più sottili e con una maggiore area di superficie con meno materiale, i pannelli acustici possono fornire un ottima copertura dei muri, con una spesa minore.

Ciò che fanno è eliminare le onde stazionarie presenti tra due pareti contrapposte. Una cosa che le bass trap non possono fare, in quanto vanno posizionate negli angoli della stanza.

Per scoprire quali consiglio e come installarli, date un’occhiata a questo post:

3. Diffusori

Molta gente oggi crede che nelle stanze più piccole…

Come quelle di molti home studio…

L’efficacia della diffusione sia fortemente ridotta, se non addirittura neutralizzata.

Per chi lo studio lo sta ancora progettando, questa è una  buona notizia, in quanto elimina il bisogno di costosi diffusori.

In tanti non li usano proprio. Altri invece ne usano a decine.

La scelta in questo caso è solo vostra. L’importante è fare la parte relativa all’assorbimento per prima…poi se vorrete aggiungere alcuni diffusori in seguito, eccovi 3 ottime opzioni che vi consiglio:

Proseguiamo con…

3 Ottimi Pacchetti “Tutto in Uno”

Se ancora non vi è chiaro… acquistare tutta questa roba pezzo per pezzo può rivelarsi una ENORME  scocciatura.

Per questo motivo aziende come Auralex e Primacoustic offrono “pacchetti stanza” completi, per semplificare il processo.

Per gli home studio, eccovi 3 pacchetti che consiglio:

1. Primacoustic London 12

Conosciuto come uno dei top brand nel trattamento acustico…

Primacoustic offre molte ottime soluzioni per gli home studio…

Inclusa la linea attuale di pacchetti a loro dedicati, la London Series.

Vi consiglio il pacchetto medio London 12, che come potete vedere nell’immagine, è una soluzione perfetta per stanze di dimensioni standard.

Ecco cosa troverete incluso:

  • Due Pannelli Broadband 609 mm X 1219 X 51 mm 
  • Otto Colonne 609 mm X 1219 mm X 51 mm 
  • Dodici Scatter Block 305 mm X 305 mm X 25 mm
  • Supporti di montaggio vari

Date uno sguardo qui:

  • Clicca per confrontare i prezzi – (Amazon)

Controllate anche il London 10 – (Amazon) progettato per stanze fino a 11 metri quadri.

Proseguiamo con…

2. Auralex Roominators Pro Plus Kit

 

L’unico marchio più popolare e affidabile di Primacoustic…

È naturalmente… Auralex.

Il pacchetto standard completo che offrono per lo studio è…

L’Auralex Roominators Pro Plus Kit.

Incluso in questo kit troviamo:

  • 36 Pannelli Studiofoam da 51 mm.
  • 12 Bass Trap LENRD
  • 8 Diffusori Sonori T’Fusor 3D
  • Colla EZ Stick Pro per il montaggio

Date uno sguardo qui:

Potete controllare anche il pacchetto più abbordabile, Auralex Alpha-DST – (Amazon/Thomann) contenente:

  • 32 pannelli fonoassorbenti DST114 
  • 32 pannelli fonoassorbenti DST112
  • 4 Bass traps DST LENRD
  • 4 tubi di Colla Liquida TubeTak Pro

Come ultimo, il pacchetto migliore di tutti…

3. Auralex SFS-184 SonoFlat System

A coloro a cui non importa di avere un look “tradizionale” offerto dalla schiuma acustica…

Auralex offre alcune eleganti alternative nella sua Auralex Sonoflat Series.

Al top della serie c’è l’Auralex SFS-184 System, che condivide la maggior parte dei vantaggi con i pacchetti visti precedentemente.

Al suo interno troviamo inclusi:

  • Trentadue SonoFlat Panels 61 cm X 5 cm X 61 cm 
  • Otto SonoCollars
  • Otto SonoColumns 122 cm X 30 cm X 15 cm
  • Sei Q’Fusors
  • Colla Tubetak Pro per il montaggio

Potete trovarlo qui:

  • Clicca per confrontare i prezzi – (Amazon)

Potete valutare anche il più economico Auralex SFS-112 SonoFlat System, il quale include:

  • Ventiquattro Sonoflat Panels 61 cm X 5 cm X 61 cm 
  • Quattro SonoCollars
  • Quattro SonoColumns 122 cm X 30 cm X 15 cm 
  • Colla Tubetak Pro per il montaggio

Proseguiamo con…