Le 10 Migliori Batterie Elettroniche

i ricordate degli anni ’80…

Quando le batterie elettroniche fecero la loro comparsa nel mondo musicale?

Terribili… no?

Bene, ciò che in molti non sanno è che….

Nei decenni successivi sono MOLTO migliorate.

Al giorno d’oggi, il suono di alcune di esse è così ben definito che risulta difficile distinguerle da una batteria acustica.

Non sono solo ottime per situazioni live, ma sono utilissime anche negli studi di registrazione

In quanto alcune hanno addirittura uscite multiple, che permettono di connettere ogni elemento a un canale dedicato sulla vostra interfaccia audio!

E più o meno ogni 2/3 anni, questi kit diventano SEMPRE MEGLIO!

Per darvi un’idea del livello raggiunto, in questo post ho preparato una lista:

Le 10 Migliori Batterie Elettroniche del 2017 (video inclusi).

Iniziamo con le opzioni più economiche…

1. Roland TD-1KV

In pochi possono obiettare sul fatto che da molti anni ormai…

Le Roland V-Drums siano le LEADER nel mondo delle batterie elettroniche.

  • I modelli di fascia media rivaleggiano con i top di gamma delle altre aziende produttrici…
  • Quelli di fascia alta rimangono praticamente inavvicinabili, e…
  • I loro modelli economici sono l’opzione perfetta per chi è al suo primo acquisto.

Ecco perché… la prima scelta di oggi è l’ultimo modello entry-level della Roland: la Roland TD-1KV.

Alcune tra le sue caratteristiche più interessanti sono:

  • 15 kit + percussioni
  • Metronomo integrato
  • Funzioni di registrazione e playback
  • Uscite per cuffie e amplificatore
  • Connessione Smartphone/Mp3 per suonare accompagnati
  • Connessione USB per il collegamento al computer

Una delle caratteristiche migliori di questo kit è il rullante dotato di pelle mesh, caratteristica che anni fa era disponibile solo sui modelli di fascia più alta.

Guarda questo video per vedere la TD-1KV in azione:

Assicurati di dare uno sguardo sia alla leggermente meno costosa TD-1K, alla quale manca il rullante in pelle mesh… che alla un pò più costosa TD-4KP, la quale allo stesso modo non è dotata di rullante con pelle mesh, ma risulta maggiormente trasportabile, e ha anche un modulo sonoro migliore.

Ecco i link per ciascuna versione:

Proseguiamo con…

 

2. Alesis Nitro

Secondo dei 3 top brand presenti in questo post…

La Alesis Studio Electronics fu una delle prime aziende produttrici di strumenti elettronici a creare prodotti abbordabili per gli home studio.

E prosegue con questa tradizione ancora oggi…

Con la sorprendentemente poco costosa Alesis Nitro.

Detto che probabilmente è la batteria elettronica più economica in questa lista, certamente a guardarla non si direbbe (come potete vedere nella foto accanto).

Rispetto alla TD-1K ciò che manca è il rullante mesh, è questo potrebbe essere un problema o meno, a seconda delle vostre preferenze da musicisti. Ed è vero che i rullanti con pelle mesh sono l’ideale per trame sonore più intricate.

Ad ogni modo, con la Alesis Nitro, il principale vantaggio che otterrete sarà rappresentato da un hardware migliore, un solida struttura in alluminio, e un kick pad avanzato.

Per parti di grancassa più complicate, avrete probabilmente bisogno di un vero pedale collegato a un pad, piuttosto che di un pedale elettronico come quello utilizzato dalla TD-1KV.

Per vedere la Alesis Nitro in azione, guarda questo video:

Proseguiamo con…

3. Yamaha DTX400K

Ora che abbiamo visto le entry level della Roland e della Alesis…

Passiamo al terzo marchio presente nel post: Yamaha.

A dispetto del fatto che la Yamaha Corporation costruisce un enorme varietà di prodotti in molti settori diversi…

Non c’è dubbio sul fatto che le batterie siano una delle sue specialità più importanti.

E lo dimostrano ancora una volta con il loro modello entry-level per le batterie elettroniche: la Yamaha DTX400K.

Sono il primo ad ammetterlo… se ci si basa solo sull’aspetto, diciamo che risulta abbastanza “povera” (come potete vedere dalla foto).

Ad ogni modo…

Una volta che sentirete come suona, capirete perché è una delle più vendute e meglio recensite batterie elettroniche in questa fascia.

Con il suo gran numero di funzioni didattiche, è forse l’opzione migliore per qualsiasi giovane musicista alla ricerca di un modo per imparare a suonare lo strumento.

Anche se non possiede un rullante mesh o un pedale con battente, le sue arme forti sono la sua unica combinazione di pad con superfici di gomma, e un pedale cassa che è molto più sofisticato di molti tra gli altri pedali elettronici in questa fascia di prezzo.

Buono a sapersi: è veramente la batteria più silenziosa prodotta da Yamaha. La qual cosa la rende perfetta se siete preoccupati di fare troppo rumore durante la pratica a notte fonda.

Ma allora come va? Vi chiederete ora,

Guardate questo video e lo scoprirete da soli:

Ora se avete visto il video, vi starete interrogando su cosa sia la DTX400 app che è stata menzionata.

In pratica, potete scaricare gratuitamente l’app da qui sul vostro tablet (o smartphone) e connetterlo così al vostro modulo DTX400. I due dispositivi si sincronizzeranno automaticamente e potrete così controllare le impostazioni del kit da ciascuno dei due.

Il vantaggio principale dell’app è rappresentato dalla sua interfaccia utente avanzata, la quale è persino più user-friendly del modulo stesso.

Ecco un altro video che mostra come funziona:

Date uno sguardo anche alla versione avanzata della DTX400K: la Yamaha DTX450K – (Amazon/Thomann/GuitarC/MusiciansF) che offre in più:

  • un rullante a 3 zone per suonare i rimshot
  • un battente per la cassa che permette il doppio colpo col pedale, con un VERO pedale Yamaha incluso
  • il più avanzato controller per charleston “HH65 Remote”

Proseguiamo con…