OCTOBAN:

tom dalle piccole dimensioni, solitamente 6" o 8", ma dal fusto particolarmente lungo e senza pelle risonante. Introdotti sul mercato dal marchio Tama nel 1978. Resi celebri da batteristi come Billy Cobham, Stewart Copeland (The Police) e Simon Phillips.

ON-EAR:

CUFFIE. A differenza delle precedenti, le on-ear comprendono tutte quelle cuffie che si poggiano sulle orecchie. Sono caratterizzate da due grandi padiglioni, tenuti insieme da una sorta di arco. Ci sono diversi modelli e non pesano molto. Si possono utilizzare a casa o in movimento e hanno un costo, a seconda del modello, accessibile. Rispetto alle cuffie in-ear, non rappresentano la scelta ideale per chi cerca di isolarsi dai suoni esterni. Inoltre, i padiglioni si usurano facilmente, fanno sudare l’orecchio e aumentano i rischi di irritazione.

OVER-EAR:

Esteticamente sono simili alle cuffie on-ear, con la differenza che i due padiglioni invece che poggiarsi, avvolgono completamente le orecchie. Si capisce, dunque, che sono indicate soprattutto per chi è in cerca di un’ottima qualità audio. Le cuffie over-ear hanno anche un altro vantaggio: assicurano una riduzione del rumore esterno quasi perfetta. Sono, però, rispetto agli altri modelli, pesanti e quindi non sono adatte per essere utilizzate all’esterno, anche per via del loro aspetto, decisamente ingombrante. Inoltre, sono costose e per sfruttare tutto il loro potenziale è necessario collegarle a un amplificatore.

OPEN HANDED:

tecnica in cui il batterista (spesso per scelta artistica) non incrocia le mani come si fa abitualmente, suonando ad esempio il charleston con la mano sinistra e il rullante con la destra. Tra i più famosi: Billy Cobham, Simon Phillips, Claus Hessler.

OSTINATO:

Cos’è un Ostinato? L’Ostinato è una cellula ritmica che si ripete ed è molto presente nella musica sotto varie forme. Nel caso della batteria, ad esempio, un ostinato può essere eseguito con i piedi, suonando una cellula ritmica, e con le mani eseguendo altre figure ritmiche. Trovo molto interessante questo tipo di argomento in quanto per noi batteristi lo stesso ostinato è una vera e propria fonte di idee da poter sviluppare; un’altra cosa interessante è che lo troviamo in vari stili musicali, principalmente nella musica etnica come quella Africana e Sud Americana, ma personalmente io concepisco come ostinato anche cellule ritmiche presenti in altri stili musicali come il Jazz e il Funk. 
Ultimamente mi sono concentrato molto su questo argomento, anche se in realtà l’avevo già affrontato in passato… io ho usato e uso molto gli ostinati principalmente perché ho avuto molte esperienze con la musica etnica (come nella musica Brasiliana).

OSTINATO

OTTAVI:

due note ogni quarto.