I piatti effetto

Possiedi già un set di piatti base e vorresti espandere l’arsenale dei suoni a tua disposizione? 20 anni fa la risposta sarebbe stata abbastanza semplice: prova un piatto China o un piatto Splash!

A quei tempi c’erano ben pochi piatti sul mercato, ed era quindi semplice “completare la collezione”. Oggi, tuttavia, esistono decine e decine di varianti e piatti diversi. Troppa confusione? Ti aiutiamo noi:

Dave Weckl è  stato uno dei primi batteristi a sperimentare i piatti perforati (come l’eccellente e famosissimo Sabian O-Zone). Questa serie realizzata da Sabian è composta di Crash, Splash, China e Hi-hat perforati. A cosa servono tutti quei buchi? A ridurre il peso complessivo del piatto, restituire un suono molto thrash e fragoroso, meno risonante e brillante rispetto ad un piatto normale.

Stacks : in inglese si traduce con “pila” o “catasta” e serve ad indicare i piatti ‘sovrapposti’ (generalmente 2) volti a creare nuove combinazioni sonore. Questi piatti sono molto apprezzati dai batteristi progressive come Mike Portnoy (Sabian HH MAx Stax Low) e non solo: Ash Soan, batterista turnista molto noto nel mondo Rock e Soul, è solito sostituire il suo Ride con uno stack. É possibile comporre uno stack da se utilizzando due piatti (anche due piatti rotti) o avvalersi degli stack già abbinati e composti presenti sul mercato come il Paiste PSTX Swiss Flanger Stack 

Altri effetti: esistono poi svariati altri piatti particolari per gli amanti dei sound alternativi, come lo Zildjian Spiral Trash (sample sonori in fondo alla pagina), un crash “ritagliato” a spirale che produce un sound modulato e profondo. Per variare il suono di un piatto in maniera economica e semplice il Meinl Ching Ring  è perfetto. Va montato sulla campana del piatto permettendovi di avere allo stesso tempo un piatto ed un tamburello combinati.

Zildjian FX 18" Spiral-Trash
Diametro: 18" (45,72 cm)
Lega: Bronzo B8
Finitura: regolare
Produzione: meccanica
Bottom1: tagliato a forma di spirale
Codice-prodotto: FXSPL18

SUONO DEL PIATTO ZILDJIAN FX18 SPIRAL

SUONO DEL PIATTO ZILDJIAN FX18 SPIRAL

SABIAN HH LOW MAX STAX ----12" CHINA CHINA KANG. + 14 MAX STAX CRASH

SUONO DEL PIATTO SABIAN HH LOW MAX STAX ----12" CHINA CHINA KANG. + 14 MAX STAX CRASH

SABIAN HH LOW MAX STAX ----12" CHINA CHINA KANG. + 14 MAX STAX CRASH

PAISTE PSTX10 SWISS HATS- 14 SWISS FLANGER STAKS

SUONO DEL PIATTO PAISTE PSTX10 SWISS HATS- 14 SWISS FLANGER STAKS

PAISTE PSTX10 SWISS HATS- 14 SWISS FLANGER STAKS

Meinl Ching Ring

SUONO DEL MEINL CHING RING

MEINL CHING RING

PER VEDERE I SITI DEI PRODUTTORI DEI PIATTI PIU' FAMOSI ENTRA NEI MIEI "LINK"

PIATTI CHINA

Il piatto China è un piatto fondamentale per i suoi effetti (nelle batteria metal e hard rock non manca mai), utilizzato in una batteria o in un set di percussioni e fa parte della famiglia degli strumenti idiofoni. Questo strumento a percussione è così chiamato per la sua particolare forma somigliante al tipico copricapo a falde larghe dei contadini cinesi.

Non tutti i batteristi sanno cosa sia un China: è un piatto con i bordi rovesciati (da 8 a 27 pollici), che viene montato solitamente con la campana verso il basso. Ha un suono molto particolare, impossibile da descrivere a qualcuno che non l'abbia mai ascoltato: di solito grave, aspro e metallico, fragoroso, esplosivo, scuro o argentino a seconda della misura.

Il piatto China può essere usato sia come piatto di chiusura (crash) o, suonato più delicatamente, come piatto di accompagnamento, soprattutto se ha un suono corto o nella versione pang (un piatto di diametro più largo). Viene utilizzato per creare particolari effetti di accentuazione durante i brani. È usato prevalentemente nel rock, nell'heavy metal e nel jazz moderno.

ECCOVI I SUONI DI VARIE MARCHE DI PIATTI CHINA

PIATTI SPLASH

Il piatto splash è un piatto utilizzato in una batteria o in un set di percussioni. È il più piccolo fra i tipi di piatti comuni, da 6 a 12 pollici e il suo spessore è minimo. Si caratterizza per un suono acuto di breve durata e si usa per accenti rapidi, spesso molto sincopati, che non necessitano di un volume elevato.

Questo piatto vede una grande diffusione nei generi jazz-fusion, mentre è meno congeniale agli stili Rock e derivati, fatta eccezione per le ramificazioni del progressive (Mike Portnoy, l'ex-batterista dei Dream Theater, ha integrato nei suoi set un massiccio numero di questo tipo di piatti).

Il primo batterista a rendere questo piatto parte integrante del proprio stile è stato Omar Hakim (Jazz/Fusion/Pop).

SUONO DI VARIE MARCHE DEI PIATTI SLASH